Carlo Battiston

Please rotate your device

Move

Il corpo, unica certezza, in uno spazio privo di riferimenti si trasforma in ciò che prima non era, diventa luce e colore. Sfugge dalle forme della nostra conoscenza, rifiuta di sembrarci rassicurante e familiare.
Libero da costrizioni, lasciato solo di fronte ad un’inquadratura ferma, può generare forme senza bisogno di nient’altro che della possibilità di muoversi.

Non è più un corpo, è il racconto del suo movimento senza condizionamenti. E quello a cui ha dato vita adesso è completamente differente da tutto ciò che credevamo di sapere.


Move è la ricerca condotta in una stanza buia di un corpo di donna che danza. Il movimento onora la musica e la musica vivifica il corpo fino alla metamorfosi della forma. La viva materialità dell’anatomia si concretizza fino al raggiungimento dell’astrattezza dei profili, nell’inseguimento del movimento sinergico con la musica. Alla modella è chiesto solo di ballare. Il fotografo esplora l’evoluzione delle materia e delle sue tracce, lavorando manualmente il flash, nella ricerca estetica di una composizione ben eseguita.

Il risultato visivo è un’interessante esperienza percettiva, l’esplorazione di una nudità intesa come espressione intima di un movimento che ne rappresenta l’essenza. Move deve omaggio alla musica e alla grazia femminile, sinteticamente ritratte dal fotografo padovano come un’unica esperienza vitale.

Elisa Contessotto – FotoGraphia

Less Unless
Less Unless
Shape Shifter
Shape Shifter
Before I move off
Before I move off
Inside Out
Inside Out
Garden
Garden
Spectre
Spectre
Locked
Locked
Marriage
Marriage
No care
No care
Dunes
Dunes
Late night
Late night
Blue Blood
Blue Blood
Angel Duster
Angel Duster
Feel it all around
Feel it all around
The look
The look
Gettysburg
Gettysburg
Cream on chrome
Cream on chrome
Fire side
Fire side
A walk
A walk
Odessa
Odessa
Sapphire
Sapphire
Blitz
Blitz
Way Out
Way Out
Knock Knock Knock
Knock Knock Knock

Carlo battiston

E-mail: carlo@inparabellum.com